, , , ,

Verona. Bonelli (AVS): condanniamo parole Mariotti. Non sono più Fratelli d’Italia, ma Fascisti d’Italia

ROMA – “La frase pronunciata dal capogruppo di Fratelli d’Italia a Verona, Massimo Mariotti, durante il Consiglio comunale di Verona, è assolutamente inaccettabile e va condannata con la massima fermezza. Riferendosi al collega di partito Leonardo Ferrari come ‘camerata’, Mariotti ha mostrato come questo governo abbia legittimato il legame ideologico con il fascismo. Non sono più fratelli d’Italia ma fascisti d’Italia. È questo il linguaggio che dovrebbe caratterizzare i rappresentanti delle istituzioni democratiche? Non è la prima volta che assistiamo a uscite di questo genere da parte di esponenti del governo o del partito della premier Meloni. Mariotti, esponente storico della destra missina veronese, ha già fatto parlare di sé in passato per una mail inviata con l’indirizzo del Comune in cui invitava i ‘camerati’ a una cena comunitaria, indicando il dress code con: ‘È gradita la camicia nera’. È semplicemente vergognoso che episodi del genere continuino a ripetersi. Massimo Mariotti deve dimettersi e deve essere espulso dal partito. Ogni giorno emerge una nuova dichiarazione scioccante: un giorno è il portavoce di un ministro, il giorno dopo un’incredibile affermazione di un consigliere. Questo clima preoccupante non può più essere tollerato e necessita di una presa di posizione ferma e decisa da parte di tutte le forze politiche”.
Così in una nota il deputato di AVS Angelo Bonelli, che prosegue:
“Questa destra è responsabile di politiche che stanno aumentando la povertà sociale, tagli i fondi alla sanità pubblica, alla scuola, al trasporto pubblico e sabota le politiche sul clima . Dobbiamo costruire con urgenza un’alleanza popolare per mandare all’opposizione Giorgia Meloni”, conclude.