, , , ,

Ue. De Cristofaro: Meloni isolata in Europa

Anche noi riteniamo, come la Meloni, che l’Ue debba cambiare radicalmente e che questo sia stato il messaggio degli elettori. Però, a differenza della Meloni, crediamo che l’elemento principale che ha portato a sfiducia e disaffezione siano le immense diseguaglianze economiche che flagellano l’Ue. Se l’Europa non se ne farà carico, non avrà nessuna speranza di recuperare credibilità tra i suoi cittadini. Il prossimo Consiglio dovrà trovare un accordo sui vertici delle Istituzioni europee. Al contrario di quello che raccontano i cantori di ‘Giorgia’ sulla presunta centralità italiana, quello che si vede è l’isolamento del governo Meloni in Europa. Isolamento di cui non gioisco, perché ad essere isolata è l’Italia in un momento delicatissimo con il ritorno del patto di stabilità e l’avvio di una procedura d’infrazione per deficit eccessivo che sarà pagata a caro prezzo dai cittadini, soprattutto i più deboli. Isolamento dovuto alla poca credibilità della destra al governo che allarma la Ue. All’Italia servirebbero, invece, autorevolezza e alleanze per chiedere la revisione delle regole di governance e avviare politiche anticicliche. La destra di questo paese è contro il green deal, la più grande sfida lanciata dalla Ue. E lo fa liquidandolo come ‘ecologismo fondamentalista’, come se i cambiamenti climatici fossero una teoria politica, e non la realtà. Una scelta grave contro le future generazioni che rischia di rendere l’Ue un soggetto insignificante della transizione energetica. Meloni nelle prossime settimane cercherà di spostare a destra le politiche migratorie europee. E lo farà perché, secondo lei, sono stati i cittadini europei a chiederlo votando per le destre. Le cose però non stanno esattamente così. Le destre vincono in alcuni paesi, ma rimangono minoranza sia tra gli elettori che nel prossimo parlamento Ue. E non avanzano neanche in Italia dove perdono circa un milione di voti. Le politiche sull’immigrazione della destra sono inefficaci per contrastare l’immigrazione clandestina ma efficacissime per agevolare la schiavitù. Alle belle parole della Meloni sul delitto di Satnam Singh, devono seguire i fatti. Se veramente vogliamo affrontare il dramma dell’immigrazione e la tragedia del neoschiavismo c’è una sola cosa da fare: abolire la Bossi-Fini. Ogni giorno che passa i cittadini italiani si accorgono che gli slogan della destra, la guerra tra poveri che hanno scatenato, servono a raccogliere voti ma non a cambiare e migliorare l’Italia. Basta propaganda, serve la politica.

Lo afferma in Aula il capogruppo dell’Alleanza Verdi e Sinistra Peppe De Cristofaro, presidente del gruppo Misto di palazzo Madama.