,

UE. Bonelli (AVS): Passo indietro su pesticidi non è vittoria agricoltura ma lobby chimiche

“Un passo indietro di Ursula von der Leyen, che ritira la proposta sui pesticidi, non ha nulla a che vedere con la difesa del settore agricolo ma ha molto a che fare con la difesa delle lobby dell’industria chimica. Parliamo di un Paese come l’Italia, ad esempio, che è il sesto utilizzatore di pesticidi nel mondo. Noi pretendiamo che la sicurezza alimentare, ovvero la protezione dei cittadini, sia sempre garantita, permettendo loro di consumare meno chimica nei loro piatti e, di conseguenza, tutelare molto di più la loro salute. Tutto ciò non servirà ad aumentare il reddito agricolo. Ricordo che, nel 2021, oltre un milione di persone aveva chiesto di ridurre l’uso dei pesticidi per tutelare salute, biodiversità, cibo e agricoltura. Questa è la vittoria delle lobby dei pesticidi, a partire da CropLife Europe, che riunisce giganti dell’agrochimica come Bayer e Syngenta”.

Così, in una nota, il co-portavoce nazionale di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, Angelo Bonelli.