,

Siccità. Bonelli (AVS): Meloni e Salvini vogliono trasformare l’Italia in un hub del gas, crisi climatica non è loro priorità

“Nemmeno di fronte ai fatti drammatici di questi giorni, siccità poi inondazioni – come abbiamo visto in Emilia-Romagna – il governo Meloni capisce che la vera emergenza è quella climatica e continua a creare ruoli e funzioni assolutamente vuote e inutili. A cosa serve questa ennesima cabina di regia sulla siccità? L’intento del Governo è chiarissimo: continuare con politiche basate sugli idrocarburi per trasformare l’Italia in un hub del gas europeo e non un hub delle rinnovabili, che peggioreranno la crisi climatica e quindi faranno aumentare siccità e inondazioni. E continuare a progettare opere devastanti come il ponte sullo stretto, mentre cadono i ponti come accaduto ieri sul fiume Trionto.

Abbiamo bisogno di ben altro, a partire da una legge sul consumo suolo e investimenti contro le dispersioni dell’acqua potabile, visto che attualmente sono previsti nel PNRR solo 900 mln di euro. Non ci serve certo un ministro come Matteo Salvini che continua a dare responsabilità agli ecologisti, mentre è lui che dice che vuole disboscare le montagne. Io mi chiedo com’è possibile avere un ministro del genere in Italia che certifica che la crisi climatica non è un’emergenza per il governo Meloni.”

Così il co-portavoce di Europa Verde e deputato di AVS Angelo Bonelli, durante il sit-in organizzato dal partito ambientalista per protestare contro la mancanza di risposte di Salvini su crisi climatica, alluvioni e siccità.