, , , , ,

Sandokan torna al 41 bis. Borrelli (Avs): “i pentimenti devono essere veri e non strumentali”.

 

ROMA- La Procura di Napoli ha deciso di interrompere il percorso di collaborazione avviato pochi mesi fa dall’ex capoclan dei Casalesi Francesco ‘Sandokan’ Schiavone. Gli inquirenti hanno deciso di revocare il programma di protezione cui era stato sottoposto, ritenendo che le dichiarazioni finora rilasciate da Schiavone non fossero utili. I pm anticamorra coordinati dal Procuratore Nicola Gratteri hanno poi chiesto il via libera dal Ministero della Giustizia, che ha disposto per Sandokan il ritorno alla detenzione in regime di 41 bis. “Ha fatto bene la Procura ad agire in questo modo – spiega il deputato dell’Alleanza Verdi Sinistra Francesco Emilio Borrelli – e rispedire questo camorrista al 41 bis. I pentimenti devono essere veri e riscontrabili e nonb strumentali. Stop ai