, , , ,

Rai. De Cristofaro: TeleMeloni agli ordini del governo. Sangiuliano si lamenta e Petrecca acconsente

Quanto riportato da alcuni organi di stampa circa le lamentele del ministro della Cultura Sangiuliano al direttore di Rainews24 Paolo Petrecca perché i giornalisti della Tgr gli fanno domande inappropriate è grave. Lamentele inappropriate che connotano il personaggio già agli onori delle cronache per Dante Alighieri fondatore del pensiero di destra, di Colombo che voleva raggiungere le Indie circumnavigando la terra sulla base delle teorie di Galileo Galilei, fino alla pessima figura su Time Square a Londra e non a New York. Ma è più grave il fatto che Petrecca, invece di difendere l’autonomia e l’indipendenza dei giornalisti, ha chiesto alla sua redazione di cambiare registro. TeleMeloni prende ordini dal governo che non vuole domande o servizi scomodi. Una cosa mai vista, una mortificazione del lavoro giornalistico inaccettabile, e uno svilimento del servizio pubblico ridotto a megafono della destra. Ormai siamo diventati un disco rotto: Petrecca non è in grado di garantire la giusta imparzialità e si deve dimettere. La Rai ha bisogno di direttori con la schiena dritta e non di ‘custodi’ della linea meloniana.

Lo afferma il capogruppo dell’Alleanza Verdi e Sinistra Peppe De Cristofaro, presidente del gruppo Misto di palazzo Madama, componente della commissione di Vigilanza Rai.