,

RAI. Bonelli: Preoccupato per attacchi a programmi tv e mancanza di temi cruciali in contratto di servizio

“È preoccupante come alcuni politici, come il senatore Gasparri e l’On. Candiani, abbiano attaccato, questa mattina, in Commissione di Vigilanza RAI, programmi e fiction per la presunta promozione di stili di vita ‘non corretti’. Il ministro Urso, inoltre, nel presentare gli obiettivi strategici del contratto di servizio, ha messo in evidenza l’importanza di promuovere il Made in Italy nel mondo e di fidelizzare i giovani alla RAI con programmi su stili di vita, disturbi alimentari e natalità. Tuttavia, è sorprendente constatare la totale assenza di riferimenti a temi cruciali come la crisi climatica e i diritti umani e civili delle comunità LGBTQ”.

Così, in una nota, il co-portavoce nazionale di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, Angelo Bonelli, ha commentato la situazione in Commissione di Vigilanza.

“Ho chiesto, – prosegue l’ecologista, – che venga rispettato il pluralismo previsto dagli articoli 6 e 25 dell’attuale contratto di servizio. Secondo i dati dell’osservatorio di Pavia, infatti, la maggioranza e il governo hanno occupato numerosi spazi televisivi, limitando la rappresentanza di altre voci e posizioni. Il ministro, nel rispondere alla mia sollecitazione sul senatore Gasparri, ha affermato che la RAI dovrà portare attenzione ai contenuti che si propongono anche in fascia protetta. Questa risposta e’ preoccupante mi induce a guardare con sempre maggiore importanza alla garanzia di un’informazione completa e imparziale, che includa una varietà di temi e sensibilità, per assicurare un’adeguata informazione ai cittadini su questioni di fondamentale importanza per il futuro del nostro Paese e del nostro pianeta,” conclude Bonelli.