Ponte stretto, Bonelli: Germaná colpisce me per intimidire protesta, verifico azione civile e penale

Incarico:Deputato

“La denuncia nei miei confronti del senatore della Lega Germanà, candidato alle europee in evidente difficoltà e calo di consensi, è un’intimidazione nei confronti di un deputato della Repubblica che esercita funzioni previste dalla Costituzione tramite il sindacato ispettivo e richieste di verifica da parte dell’autorità giudiziaria sulle procedure in corso per l’approvazione del progetto del ponte sullo Stretto di Messina. La Lega non è nuova a queste forme di intimidazione verso chi si oppone alla realizzazione di un’opera da 14 miliardi di euro, che sottrae risorse alle vere emergenze del paese, come la sanità, il trasporto pubblico e la scuola.”

Così in una nota il deputato di AVS e portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli, che conclude:
“La Lega intende colpire me per mandare un messaggio alla popolazione del Sud che protesta contro un’opera devastante e carente dal punto di vista progettuale. Questo è confermato anche dall’emendamento della Lega al DDL Sicurezza, che prevede fino a 20 anni di carcere per chi minaccia la non realizzazione di opere come il ponte sullo Stretto. Siamo ormai a uno stato di polizia. Il senatore Germanà risponderà di questa incauta azione giudiziaria. Verificherò con i miei legali che si occuperanno della vicenda come procedere nei suoi confronti sia in sede civile che in quella penale.””