,

PNRR. Bonelli: Italia rischia colpo definitivo, Meloni venga in Parlamento

femminicidio

“La Corte dei Conti ha lanciato l’allarme sul fatto che solo il 6% dei fondi del PNRR sono stati spesi finora. Questo dimostra come il Governo, dopo aver smantellato la cabina di regia per la gestione dei fondi, si sia assunto una grave responsabilità nel paralizzare risorse fondamentali per il Paese. Non è in gioco solo la credibilità dell’Italia all’estero, ma anche il futuro del Paese, che non riceverà le altre tranche dei fondi e non potrà fare investimenti importanti sia dal punto di vista ambientale che infrastrutturale”.

Così in una nota il co-portavoce di Europa Verde e deputato di AVS Angelo Bonelli, che prosegue: “Di fronte a questa situazione molto grave, la Presidente Meloni dovrebbe presentarsi in aula al Parlamento e spiegare cosa intenda fare il Governo. La propaganda della Presidente Meloni non ha portato i risultati sperati, poiché l’Italia ha imboccato una strada senza uscita. Abbiamo incassato una sconfitta sulle auto green, si oppone alla direttiva europea sul risparmio energetico delle case e la politica energetica continua a tutelare gli interessi delle società energetiche delle fonti fossili. Inoltre, la questione del PNRR indica che il Paese sta precipitando verso il burrone. La perdita di queste risorse è realistica, poiché sono state proposte opere non finanziabili e non si è pensato a costruire e rafforzare le risorse umane del Paese, in grado di svolgere progettazione anche di alta qualità. Non ci vengano a raccontare che responsabilità sia del Governo Draghi, poiché Forza Italia e Lega avevano ministri nel Governo”.