, ,

Patto stabilità. Bonelli (AVS): fallimento diplomatico e politico del governo, torna austerity

“Con questo Patto di Stabilità si ritorna all’ austerity e si fa un grande favore alle industrie per armamenti che ottengono che investimenti sulla difesa vengano scorporati dal rapporto deficit/pil. Vi ricordate quando, alcuni mesi fa, in primavera, Meloni e Giorgetti attaccavano il commissario europeo Gentiloni, dicendo che un commissario italiano non difendeva gli interessi dell’Italia nella riforma del patto di stabilità? Bene, la proposta di Gentiloni era invece più flessibile, considerando le situazioni specifiche degli stati membri. È stato assurdo che questo governo abbia attaccato una proposta che avrebbe favorito l’Italia solo perché proveniva da un italiano e non si allineava al loro orientamento politico.

Così in una nota il co-portavoce di Europa Verde e deputato di AVS Angelo Bonelli, che prosegue:

“Oggi ci troviamo di fronte a un fallimento diplomatico e politico dell’Italia nel contesto della proposta tedesca e francese che, sebbene offra flessibilità nei prossimi tre anni, già nella prossima finanziaria renderà quasi impossibile spiegare agli italiani come rinnovare il sostegno economico che consentirebbe un aumento mensile in busta paga. È inaccettabile per noi che alcuni investimenti strategici non siano esclusi dal calcolo del deficit/PIL, mentre gli investimenti per gli armamenti sì”, conclude.