, , , , , ,

Mo. Bonelli (AVS): decisione Israele condanna 250mila persone alla fame, grave violazioni diritto internazionale

ROMA – “La decisione di Israele di evacuare 250 mila persone da Khan Younis è una grave violazione del diritto internazionale umanitario e della Convenzione di Ginevra. Questo ordine costringe decine di migliaia di famiglie a fuggire senza un corridoio umanitario sicuro, verso una “zona sicura” già sovraffollata e priva di risorse essenziali. Siamo di fronte a una catastrofe umanitaria. La zona costiera di Al-Mawasi, destinata agli sfollati, è tra le più densamente popolate al mondo e mancano cibo, acqua, servizi medici e ripari. I continui attacchi rendono impossibile fornire aiuti umanitari, causando ulteriori vittime tra i civili. In questo quadro drammatico, il governo italiano cosa fa? Ancora prudente mentre i civili muoiono?”

Così in una nota Angelo Bonelli, deputato di Alleanza Verdi Sinistra, che prosegue:

“Le testimonianze del personale umanitario sono allarmanti: bombardamenti incessanti, persone costrette a vivere per strada senza servizi igienici, con alto rischio di epidemie. Forzare ulteriori centinaia di migliaia di persone in questa “trappola mortale” è disumano. Questo ordine di evacuazione è uno dei maggiori spostamenti forzati dall’inizio del conflitto. La popolazione riceve pochissimo preavviso e informazioni insufficienti. Le aree dichiarate “sicure” a Gaza non lo sono affatto, e l’esercito israeliano continua a colpire civili e operatori umanitari. Rivolgiamo un appello urgente per un cessate il fuoco immediato e permanente, affinché possano essere portati aiuti necessari in tutta Gaza”, conclude.