Migranti, Fratoianni: “Bene consiglio di Stato sullo stop a motovedette a Tunisi”

Roma. – “Dopo innumerevoli decisioni della magistratura sugli illegittimi sequestri delle navi Ong che salvano vite in mare, oggi arriva anche la sospensione da parte del Consiglio di Stato del trasferimento di motovedette italiane al regime di Tunisi. Sarebbe ora che il governo italiano e la Ue si rendessero conto che le norme internazionali e il rispetto della vita umano vengono prima di egoismi e della propaganda”. Lo afferma Nicola Fratoianni dell’Alleanza Verdi Sinistra. “È evidente che – prosegue l’esponente rossoverde – Libia e Tunisia non sono Paesi sicuri e non garantiscono affatto i diritti umani: in quale lingua glielo deve essere spiegato? Piuttosto, anche di fronte ai drammatici naufragi di questi giorni si rende ancora più urgente – conclude Fratoianni – che l’Europa predisponga al più presto nel Mediterraneo una missione internazionale di ricerca e soccorso”