,

Migranti. Bonelli (AVS): Patto UE è trionfo destra xenofoba. Non aiuta Italia e calpesta diritti umani

“La riforma del Patto su migrazione e asilo concordata oggi dall’Unione Europea rappresenta un passo indietro per i diritti umani e un trionfo per le politiche xenofobe dell’estrema destra. Siamo di fronte a una serie di misure che non solo non aiutano i Paesi di primo ingresso, come l’Italia, ma aumenteranno le sofferenze umane e metteranno anche a serio rischio l’integrità del sistema di asilo europeo. L’approccio adottato, con la sua enfasi sull’esternalizzazione del controllo delle frontiere e la riduzione delle garanzie per chi cerca asilo, rivela un’inquietante adesione a una visione della migrazione come minaccia piuttosto che come opportunità umana e culturale”.

Così, in una nota, il co-portavoce nazionale di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, Angelo Bonelli, che prosegue: “Questo accordo segna un trionfo per le forze politiche di estrema destra che da tempo cercano di erodere i principi di solidarietà e protezione dei rifugiati. Invece di affrontare le cause profonde della migrazione e investire in sistemi di accoglienza dignitosi, l’UE ha scelto di pagare per rafforzare le frontiere e di delegare la gestione della migrazione a Paesi terzi, in cui il rispetto dei diritti umani non viene garantito. Questo non solo viola gli obblighi internazionali sui diritti umani, ma pone anche le basi per una politica migratoria sempre più repressiva e disumana. L’Europa, al contrario, dovrebbe riaffermare il suo impegno nei confronti dei rifugiati e del diritto di asilo, smettendo di prestare il fianco a politiche ciniche e lavorando per una risposta comune che ponga al centro la dignità umana, la solidarietà e il rispetto dei diritti delle persone più vulnerabili,” conclude Bonelli.