, , , ,

Liguria. Bonelli (AVS): sentenza Tar su Portofino demolisce il piano antiparco di Toti

“La sentenza del TAR che annulla la riduzione del perimetro del Parco Nazionale di Portofino voluta dal Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, oggi ai domiciliari, è una vittoria fondamentale per la tutela del nostro patrimonio naturale. Già negli scorsi mesi avevamo portato questo tema alla Camera dei Deputati con una mia interrogazione al Ministro Fratin, che aveva firmato un decreto per limitare il parco, ignorando il parere contrario dell’ISPRA. Questo è un altro tassello del castello di Toti che viene giù, rivelando la fragilità di un sistema che sfida apertamente la giustizia e la tutela del territorio. Dal taglio di ben 540 ettari del territorio dei parchi naturali regionali, ridotti per far spazio alla pianificazione urbanistica, alla privatizzazione delle spiagge libere, al progetto di ricollocamento del rigassificatore di Piombino a Vado, con Toti commissario dotato di poteri straordinari, fino alla Diga Foranea, con 1,3 miliardi di euro di mega-appalto senza gara. Questo è un modo di governare che ha aggredito l’ambiente e per questo ribadiamo l’urgenza delle dimissioni di Toti e che si vada al voto subito”.
Così in una nota il deputato di AVS Angelo Bonelli, che prosegue:
“Il Ministero ha obbedito al diktat della Regione, anteponendo gli interessi politici alla reale tutela del Parco e ai pareri scientifici dell’Ispra. Questo governo e il modo di fare politica della destra non capisce, o finge di non capire, che un parco nazionale non è un ostacolo allo sviluppo, ma un’opportunità per un turismo sostenibile e per la tutela del territorio. Non possiamo più tollerare questo modo di governare. Si vada al voto al più presto in Liguria per restituire dignità e giustizia a questa regione”.