,

Giustizia. Bonelli (AVS): Grave il rischio infrazione UE. Governo favorisce impunità e cancella lotta a corruzione

“Il governo Meloni sta costruendo un’Italia delle impunità: attacca l’autorità giudiziaria, non vuole intercettazioni e nel frattempo Santanchè, Sgarbi e Delmastro sono indagati. C’è una grande questione morale da affrontare. E c’è l’allarme UE su abolizione del reato di abuso d’ufficio, oggi ribadito dal portavoce della Commissione europea, Christian Wigand che denuncia il fatto che la depenalizzazione potrebbe avere un impatto sulla capacita’ efficace di intercettare i casi di corruzione. E ’grave, quindi che si prospetti l’ennesima procedura di infrazione”.

Così, in una nota, il co-portavoce nazionale di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, Angelo Bonelli, che spiega: “Cancellare il reato di abuso d’ufficio rappresenta un colpo contro la giustizia nel nostro Paese, portando alla cancellazione di migliaia di processi e di ben 3.623 condanne definitive, gettando ombre anche sull’operato di numerosi amministratori onesti. La stretta sulle intercettazioni, poi, renderà inefficace la lotta alla corruzione, grande piaga che affligge il nostro Paese, minando ulteriormente la fiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni. Nel mezzo di questa sorta di ‘tana libera tutti’, emerge un chiaro paradosso: mentre si alleggerisce la presa su gravi reati amministrativi, si calca la mano contro forme di espressione e protesta sociale, come l’imbrattamento di muri da parte degli ecoattivisti. È un segnale preoccupante di una politica impegnata a costruire un sistema di impunità piuttosto che sostenere la giustizia equa e imparziale per tutti i cittadini,” conclude Bonelli.