, , , ,

Genova. Bonelli (AVS): governo refrattario a provvedimenti ANAC, 1,3 mld € assegnati senza gara.

“Il governo Meloni è refrattario ai provvedimenti dell’Autorità nazionale anticorruzione come nel caso dei lavori da 1,3 mld di € per la realizzazione della diga foranea realizzati senza gara. Oggi in aula ho interrogato il Ministro dei Trasporti, Matteo Salvini, riguardo alla questione della diga foranea di Genova. Come è emerso da varie intercettazioni, che hanno coinvolto, tra gli altri, il Presidente della Regione Toti, il progetto della diga è stato oggetto di evidenti pressioni. È inaccettabile che ben 1,3 miliardi di euro siano stati assegnati per i lavori senza alcuna gara pubblica”.

Così in una nota il deputato di AVS Angelo Bonelli, che prosegue:

“L’Anac ha sottolineato la totale mancanza di rispetto delle procedure di legge europee e italiane. Questo atteggiamento diffuso di prevedere ad affidare lavori per importi estremamente consistenti e’ preoccupante e rappresenta un problema di carenza di trasparenza come dimostra anche il triste esempio del ponte sullo Stretto di Messina, dove è stata recuperata una gara datata di vent’anni fa. Non stiamo solo parlando della realizzazione di opere, ma di garantire la trasparenza e la legalità. È assolutamente inaccettabile che i fondi nazionali di ripresa e resilienza siano utilizzati senza rispettare le procedure europee e ignorando le critiche dell’Autorità Nazionale Anticorruzione. Mi chiedo, a questo punto, a che serve l’Autorità Nazionale Anticorruzione se il governo Meloni respinge sistematicamente le sue critiche ogni volta che interviene?”, conclude.