Fratoianni, in Parlamento scene incredibili dalla destra

ROMA  – “In questi giorni in Parlamento i toni sono aspri perché la battaglia è per la difesa dell’unità del Paese e la difesa della Costituzione. Quel che è accaduto ieri è qualcosa che in dieci anni di attività parlamentare non solo non avevo mai visto ma non mi ero neanche immaginato che potesse accadere. Per di più il verbale della seduta non menziona quanto accaduto. Una cosa molto grave. Abbiamo chiesto che venisse modificato il verbale, ma la maggioranza ha avuto il coraggio di votare contro. Di fatto il verbale afferma il falso perché nega l’evidenza. Per fortuna ci sono i video che parlano chiaro e che tutti al giorno d’oggi possono vedere”. Lo afferma Nicola Fratoianni dell’Alleanza Verdi Sinistra parlando con i cronisti davanti a Montecitorio”. Insomma all’assalto alla Costituzione, determinato dal combinato disposto tra autonomia differenziata e premierato, ora – prosegue l’esponente rossoverde – si aggiungono anche le aggressioni squadriste nell’aula di Montecitorio. Diversi deputati di maggioranza, di FdI e Lega, ieri hanno aggredito un deputato dell’opposizione, che per altro era già stato immobilizzato dai commessi. Non si colpisce una persona immobilizzata neanche in una rissa. Figurarsi in un aula parlamentare. Un fatto di una gravità assoluta. Peraltro quel deputato aveva solo tentato di offrire al ministro Calderoli la bandiera d’Italia. Capisco che alla Lega il tricolore non piaccia, ma quel che è accaduto ieri va oltre ogni immaginazione. Si è superato ogni limite: non permetteremo questo clima e l’attacco alla Costituzione. Una cosa è certa, ci mobiliteremo in Parlamento e nel Paese”.