Fdi, Zanella: Meloni attacca noi e la stampa per alleggerirsi la coscienza

ROMA –  “Messa all‘angolo da un auto-isolamento lesionista in Europa e da una inchiesta giornalistica per lei imbarazzante, a dir poco, Giorgia Meloni non trova di meglio che attaccare noi. Le sue frasi contro AVS sono indecenti: mischiare le lotte sociali con la subcultura neofascista dell’organizzazione giovanile del suo partito è inaccettabile. Anziché farsi carico della degenerazione documentata da Fanpage, come farebbe una leader, Giorgia Meloni sceglie la via di alleggerirsi la coscienza gettando discredito sugli altri. Ma questo è un giochetto che non le riuscirà: di fronte alle frasi shock di quelle ragazze e di quei ragazzi non può scappare”. Così Luana Zanella, capogruppo di Alleanza Verdi e Sinistra alla Camera.