Europee, Ilaria Salis: mi occuperò di diritti umani dei detenuti

Incarico:Deputato

ROMA –  “Se dovessi essere eletta sicuramente mi occuperò di diritti umani dei detenuti in Europa e in Italia. Voglio partire dalla mia storia personale, trasformandola in qualcosa di costruttivo. Sono un’insegnante precaria e militante antifascista, mi voglio battere per il diritto all’istruzione, i diritti dei lavoratori e dei precari, per contrastare le destre radicali e ogni forma di intolleranza”. Così Ilaria Salis, candidata alle europee con Alleanza verdi e sinistra, in un’intervista a la Repubblica, dai domiciliari in Ungheria dopo 466 giorni di reclusione in un carcere di massima sicurezza per l’accusa di lesioni ai danni di neonazisti. Salis, insegnante precaria, spera di tornare in cattedra a scuola. “Non appena potrò. Amo il mio lavoro e mi è mancato durante questo anno. Purtroppo per colpa dell’arresto non ho potuto partecipare al concorso pubblico a marzo, quindi continuerò a insegnare come supplente. È stato bello per me ricevere sostegno da colleghi, presidi e genitori, che ringrazio”. Se i suoi alunni gli dovessero chiedere qualcosa sulla sua vicenda “risponderò volentieri alle loro domande. Mi piacerebbe soprattutto parlare di storia, per spiegar loro a quanta inutile sofferenza l’umanità si è sempre condannata. E, purtroppo, continua a condannarsi. Voglio mandare un saluto affettuoso a tutti i miei studenti”.