, , , ,

DL Coesione. Magni: accozzaglia norme senza coraggio e prospettiva

Quello che con presunzione la destra chiama decreto ‘Coesione’, è in realtà un provvedimento senza coraggio, senza visione e senza alcuna prospettiva per il Paese. Non aumenterà l’occupazione, non migliorerà la vita delle persone, non combatte le diseguaglianze e non aiuterà le imprese a uscire dalla crisi. Un’accozzaglia di disposizioni poco coordinate fra loro per dare qualche contentino qua e là. Alleanza Verdi e Sinistra vota convintamente contro questo ennesimo decreto e questa ennesima fiducia su norme che promettono di risolvere grandi questioni e invece si limitano a mettere qualche toppa qua e là a macchia di leopardo nel Paese. È indubbio che la differenza economica e sociale in Italia resta ancora oggi il limite strutturale più evidente e meno risolto. Come non è una novità la situazione del Mezzogiorno, prosegue Magni. La politica dei bonus non risolve i problemi, li rinvia solo di pochi mesi e le misure sul lavoro, come la decontribuzione su giovani lavoratori e lavoratrici, sono del tutto insufficienti. Noi crediamo invece che in questo un momento storico, anche grazie ai fondi del PNRR, sia fondamentale avere un’idea precisa di progresso e di sviluppo. Non è un problema di risorse, le risorse ci sono. Il governo Meloni si ostina a non andarle a prenderle da chi in questi anni ha fatto enormi extraprofitti. Alleanza Verdi e Sinistra ha un’altra idea di Paese, incentrata sull’uguaglianza e sulla giustizia sociale ed economica, concetti che ovviamente sfuggono a un governo che propone di spaccare l’Italia con l’Autonomia differenziata.

Lo afferma il senatore dell’Alleanza Verdi e Sinistra Tino Magni.