, , , ,

Caso Pozzolo. De Cristofaro: sospensione scontata, tante domande senza risposta. Interrogazione a Ministro Nordio

Il caso Pozzolo ogni giorno si aggiunge di nuovi aspetti. Ci troviamo di fronte ad uno scenario inquietante sul quale sta lavorando la magistratura, ma che necessita di immediate e drastiche decisioni politiche, non come quella scontata della sospensione presa dalla Meloni per buttare la palla in tribuna. Anche perché, pare, che quello sparato non sia l’unico proiettile esploso la notte di Capodanno. Da quanto apprendiamo da una ricostruzione de La Repubblica quella notte potrebbero esserci stati anche altri agenti della polizia Penitenziaria, oltre a quelli della scorta del sottosegretario Delmastro. Una cosa strana. E apprendiamo che potrebbero essere stati esplosi altri colpi allo scoccare della mezzanotte. Una cosa gravissima che, se confermata getta una luce sinistra sulla festa. Ma cosa è successo davvero a Capodanno alla festa organizzata dal sottosegretario alla Giustizia Andrea Delmastro? Chi era presente? Chi era in servizio? Se davvero sono stati esplosi dei colpi di pistola, sono state utilizzate pistole d’ordinanza? Chi ha sparato il proiettile che ha colpito Campana alla coscia sinistra? Qual è la verità?  Si respira un clima di omertà che rimanda a ben altri contesti, non certo a una festa in cui erano presenti politici e forze dell’ordine. Presenteremo un’interrogazione al Ministro Nordio. Le domande su quanto è successo sono tante e nessuno provi a insabbiare le indagini o ostacolare la magistratura.

 

Lo afferma il capogruppo dell’Alleanza Verdi e Sinistra Peppe De Cristofaro, presidente del gruppo Misto di Palazzo Madama.