, , , ,

Caso Passeri in carcere in Egitto per uno spinello, Grimaldi (AVS): Sia estradato al più presto.

ROMA –  “La famiglia di Luigi Giacomo Passeri in dieci mesi non è riuscita a parlargli neanche una volta. Per lui, per loro ci siamo mobilitati. Nelle lettere Luigi implora aiuto, lamenta la mancanza di beni di prima necessità, testimonia stati psicofisici di forte disagio fino ad alludere a possibili atti anticonservativi. Abbiamo avuto delle rassicurazioni sul fatto che la Farnesina già nelle prossime ore proverà a chiedere l’ingresso in carcere per vederlo. Come i suoi cari, vogliamo sapere se sia in salute, ma soprattutto chiediamo che sia al più presto estradato, perché non è accettabile che per il possesso di una canna sia in carcere in Egitto,  da più di dieci mesi senza conoscere il suo destino”. Lo ha detto intervenendo in Aula il Vice Capogruppo di Alleanza Verdi Sinistra alla Camera Marco Grimaldi