, , , , ,

Carceri. Cucchi: situazione fuori controllo, sovraffollamento è crisi sistema

La situazione degli istituti penitenziari è completamente fuori controllo. Anche oggi l’ennesima protesta da parte dei detenuti nel carcere romano di Regina Coeli. Le proteste sempre per gli stessi motivi: il sovraffollamento. Questione che resta irrisolta, così come ho potuto constatare nelle mie tante visite ispettive negli istituti penitenziari del Paese. E’ una crisi di sistema. Non una bomba pronta ad esplodere ma una bomba già esplosa e che coinvolge detenuti e agenti della Polizia penitenziaria, spesso con tragiche conseguenze come il suicidio. Sono troppi quelli rinchiusi in una cella che dovrebbero stare altrove. Sono troppi i malati psichiatrici che vivono in un’attesa senza fine senza la giusta terapia, senza la necessaria assistenza medica. Più che nuove carceri servono nuovi provvedimenti per incentivare il ricorso alle misure alternative al carcere e occorre modificare l’ordinamento penitenziario per garantire reali opportunità di reinserimento sociale e lavorativo. Investire in condizioni di vita più umane nelle carceri non è uno spreco, ma un impiego costruttivo delle risorse pubbliche per garantire la sicurezza di tutti, detenuti e agenti. Difficile che il governo Meloni, impegnato solo ad introdurre nuovi reati e ad inasprire le pene, riuscirà a capirlo e ad essere conseguente. Prima che sia troppo tardi. Perché è già tardi.

Lo afferma la senatrice dell’Alleanza Verdi e Sinistra Ilaria Cucchi.