Balneari. Bonelli: Destra protegge i privilegi e privatizza ultime spiagge libere. Inviamo lettera UE per procedura infrazione



“La messa a gara delle concessioni balneari slitta di un anno con un emendamento voluto dalla destra in violazione palese delle disposizioni del Consiglio di Stato e della direttiva europea che l’Italia non può non applicare. Questa destra di governo protegge i privilegi di chi paga delle concessioni a prezzi irrisori a fronte di fatturati enormi. È un danno anche per le casse dello Stato: su un fatturato di 7 miliardi l’anno del settore, arrivano poco più di 100 milioni di euro l’anno e con un tasso di evasione stimato del 50%. È una situazione che non deve e non può più essere disattesa, per queste ragioni invieremo una lettera all’UE per far aprire la procedura di infrazione. Nell’emendamento della destra, inoltre, si legge che verranno autorizzate concessioni per ultime spiagge rimaste libere. Una vergogna.”

Così, in una nota, Angelo Bonelli, co-portavoce di Europa Verde e deputato di Verdi e Sinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *