, , , , ,

Autonomia. De Cristofaro: prima la approvano poi fanno finta di pentirsi

Prima la approvano e poi fanno finta di pentirsi. E’ quanto sta succedendo tra i parlamentari eletti al sud della maggioranza, in particolare nelle file di Forza Italia, tutti preoccupati per le ricadute sui loro territori. Eppure erano stati avvertiti. Ma non sono bastate le critiche, non delle opposizioni, ma della Conferenza Episcopale Italiana, dei pediatri, di eminenti costituzionalisti e dei sindacati a fermarli. Sono andati avanti lo stesso a suon di forzature regolamentari e sedute notturne con sventolio di bandiere dei vari ‘casati’ regionali. Lo scambio politico tra Autonomia differenziata e Premierato è più forte delle critiche e dei malumori dei parlamentari del mezzogiorno. L’autonomia differenziata non spacca solo l’Italia in venti staterelli ma anche gli italiani: il 45% è contrario contro il 35% favorevole. La destra oltre a proporre un modello elettivo per il Presidente del Consiglio unico al mondo oggi inventa il ‘neocentralismo regionale’. Un sistema ingarbugliato di regole e regimi giuridici differenti che porteranno in dote una serie di conflitti di attribuzione. Fratelli d’Italia ha svenduto l’unità del Paese. Un totale pasticcio che gli italiani rispediranno al mittente.

Lo afferma il capogruppo dell’Alleanza Verdi e Sinistra Peppe De Cristofaro, presidente del gruppo Misto di palazzo Madama.