,

Alluvione. Bonelli (AVS): Viceministro Bignami non ha detto la verità in TV sui rimborsi dei beni mobili

“Nella puntata di ieri di ‘Avanti Popolo”, su Rai 3 condotta da Nunzia De Girolamo, il viceministro Galeazzo Bignami ha contestato la mia affermazione secondo cui i beni mobili degli alluvionati non sono rimborsati, affermando che lo sono. Ebbene, Bignami o si è sbagliato o ha mentito perché l’art. 2 comma 1 e l’art. 3 comma 3 dell’ordinanza 14/2023 del commissario di governo, esclude che i beni mobili, tra cui cucine ed elettrodomestici, possano essere rimborsati. Questo è confermato dall’art. 20sexies della legge 100/2023 sui fondi e rimborsi per l’alluvione dell’Emilia Romagna. L’ordinanza dice che possono essere periziati, ma rimborsati solo quando la norma primaria lo consentirà ed oggi il DL 61 su alluvione in Emilia Romagna, convertito con legge 100 lo esclude esplicitamente. Ci troviamo di fronte a un viceministro che, senza alcun pudore e vergogna, va in televisione e, di fronte al dramma degli alluvionati, per coprire l’inadeguatezza del suo governo, racconta il contrario di quello che c’è scritto nelle leggi che il suo stesso Governo ha scritto e approvato su una tragedia che in Emilia Romagna ha provocato danni per 8,5 miliardi di euro, mentre il governo ha stanziato 2,5 miliardi di euro per la ricostruzione pubblica, 639 milioni di euro per la ricostruzione privata e, in Legge di Bilancio ora in discussione in parlamento, ci sono 700 milioni di euro di credito d’imposta per la ricostruzione privata. La presidente Meloni era andata in Emilia Romagna a dire che avrebbe rimborsato tutti i danni. Non è così! Il governo ha previsto risorse solo per il 45% dei danni subiti con l’alluvione dell’Emilia Romagna. In ogni caso, il viceministro Bignami deve scusarsi pubblicamente per aver detto che i beni mobili vengono rimborsati: ha mentito”.

Così, in una nota, il co-portavoce nazionale di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, Angelo Bonelli.